Autore del mese

Il 24 giugno ricade l'anniversario dei 300 anni dalla nascita della Massoneria.

 

La Massoneria Moderna nasce con un «manifesto» di un centinaio di pagine pubblicato a Londra nel 1723, la «Costituzione» opera di James Anderson, un pastore presbiteriano scozzese di fede hannoveriana. Il «manifesto» nasceva come sviluppo di un famoso incontro nel corso del quale, sei anni prima (il 24 giugno 1717), quattro logge di Londra avevano creato la prima Gran Loggia, denominata successivamente Gran Loggia D'Inghilterra. Un evento fondamentale, la nascita di quella Gran Loggia. Della «Costituzione», Anderson pubblicò nel 1738 una seconda edizione rivista. 

Dopo la nascita della prima Gran Loggia, la diffusione della nuova Massoneria nell’Europa continentale fu rapidissima. 

 

A spiegarcelo è il professore Lino Sacchi che, negli ultimi anni, ha scelto di avventurarsi in un’area lontana dal suo background accademico, la geologia, dando alle stampe vari libri di tematica massonica. Un’area non del tutto estranea dato che l’autore ha percorso un lungo itinerario in due importanti istituzioni massoniche, ovvero il Grande Oriente d’Italia, ed il Rito Scozzese Antico e Accettato. L’obiettivo che si è posto e che ha seguito con coerenza è di fare emergere aspetti poco noti dell’istituzione massonica battendo terreni poco esplorati, e mai mancando di innaffiarli con una blanda e sdrammatizzante autoironia. 

Lino Sacchi

Lino Sacchi

Lino Sacchi ha un curriculum variegato. Dopo giovanili trascorsi musicali (socio pianista dell’Accademia Filarmonica di Bologna) il suo mestiere di geologo lo ha portato in varie parti del mondo. Ha poi intrapreso la carriera universitaria diventando Professore Ordinario a Torino. Negli ultimi anni ha messo al centro dei suoi interessi l’istituzione massonica, della quale si è dato a volgarizzare la storia in alcuni suoi aspetti poco frequentati.

Ha collaborato con le principali riviste massoniche italiane. Ha percorso un lungo itinerario sia nel Grande Oriente d’Italia, sia nel Rito Scozzese Antico e Accettato.

Già Ordinario di geologia all’Università di Torino, ha collaborato con le principali riviste massoniche italiane, da “Hiram” alla “Rivista Massonica”, da “L’Ipotenusa” a “Il Laboratorio”, a “Gradus”.