Il benessere dell'intestino

Curarsi e purificarsi con i metodi naturali

Rudy Lanza , Elisabetta Rostagno

Collana Salute&Benessere

  • Pubblicazione: 26 ottobre 2017
  • Pagine: 120
  • Illustrazioni: 10 b/n
  • Formato: 14x21
  • ISBN: 9788871369563
VERSIONE CARTACEA
  • prezzo: € 12,50
    - Sconto 15%: € 10,63
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 25 €

Il libro

Uno degli organi più importanti, ma anche più trascurati del nostro organismo è l’intestino. Malesseri di varia natura e di difficile diagnosi (mal di testa, disturbi respiratori, eruzioni cutanee, reazioni asmatiche, dolori articolari…) sono in effetti riconducibili a un suo cattivo funzionamento. Un’alimentazione non corretta, uno stile di vita disordinato, un’eccessiva emotività concorrono a creare uno squilibrio nella digestione sul quale la naturopatia può intervenire con efficacia senza timore di invadere campi che non le competono.

Rudy Lanza, fondatore della naturopatia italiana, ed Elisabetta Rostagno hanno raccolto in questo libro i risultati di una lunga e riconosciuta esperienza sul campo, a contatto con i pazienti e le loro esigenze spesso non adeguatamente comprese dalla medicina tradizionale. Dopo aver descritto la fisiologia dell’intestino e le sue principali patologie, il libro analizza i più comuni errori nutrizionali e le loro conseguenze sulla mucosa intestinale e la flora batterica, offrendo alcuni semplici consigli dietologici e fornendo utili raccomandazioni sull’impiego di farmaci e integratori.

Di grande interesse in particolare sono i cenni sui disturbi del sistema enterico di natura psicosomatica, oggetto di ricerche che confermano una teoria sempre più accreditata nella comunità scientifica: l’intestino è un «secondo cervello» dell’uomo e da esso dipende in gran parte il nostro benessere fisico ed emotivo.

Degli stessi autori

Nella stessa collana

L'acqua fonte di salute Christopher Vasey

L'acqua fonte di salute

Un inverno senza influenza Christopher Vasey

Un inverno senza influenza

La vita senza pannolini Sandrine Monrocher-Zaffarano

La vita senza pannolini